Festeggio l’arrivo in casa della mia primissima Reflex, presa grazie al sostegno e all’appoggio incondizionato della mia amica Ileana  che mi ha spinto a provare a fare un passo avanti e ad accantonare il mio cellulare per provare a fare foto migliori … quindi queste sono le primissime foto scattate con la reflex , la ricetta della prossima settimana avrà ancora le foto scattate con il cellulare ma sarà l’ultimissima …

Festeggio anche il rinnovo del mio logo e del blog , come avete potuto vedere , di cui io mi sono follemente innamorata e che è opera della bravissima Noemi …
Per ultimo , ma non ultimo festeggio il mio lievito madre , il mio bimbo adorato , che il 28 settembre ha “compiuto” un anno e , come festeggiarlo se non con una ricetta in cui è protagonista?! Quindi eccola qui … buon inizio settimana e tutti.

 

INGREDIENTI
– 210 gr di PASTA MADRE non rinfrescata*
– 610 gr di FARINA 00 + quella per la spianatoia (chi non è allergico al nichel può utilizzare anche la 0) 
– 350 ml d’ACQUA tiepida 
– 1 cucchiaio raso di ZUCCHERO 
– 1 cucchiaio di SALE 
– OLIO EVO q.b. 
PROCEDIMENTO
Iniziate ad attivare il lievito madre , che io ho estratto mezz’oretta prima dal frigo e ho fatto riposare a temperatura ambiente , versando circa 100 ml dell’acqua tiepida totale nel lievito , aggiungendo lo zucchero e mescolando con un cucchiaio (farà le bolle) .
Poi mettete in una ciotola , o nella planetaria , la farina con il sale da un lato e , versate la restante parte d’acqua , circa 250 ml , nella farina e iniziate ad amalgamare … dopo , versate il lievito madre attivato e continuate ad amalgamare fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo , ma ben idratato.
Trasferite il composto sulla spianatoia con la farina (se serve) per aiutarvi a lavorarlo meglio , fate le pieghe a tre e formate una palla (qui trovate il post sul pane dove c’è il video per vedere con fare le pieghe).
Poi trasferite il composto in una ciotola unta d’olio e , coprite con la pellicola trasparente ; deve riposare in un luogo caldo (io utilizzo il forno con la luce accesa) per circa 4 ore.
Passate 4 ore , prendete il composto e trasferitelo sulla spianatoia , lavoratelo , ripetendo l’operazione delle pieghe e , dategli la forma che preferite , chiudendo bene i bordi … io ho fatto uno sfiloncino.
Mettete il pane a lievitare , con la carta forno , sulla griglia di cottura e mettete dei pesi , solitamente io utilizzo 2 bottiglie d’acqua , ai lati del pane , in modo che cresca solo in altezza e non in “larghezza” , copritelo con un plaid e lo lasciate lievitare in luogo caldo per un ora e mezza , massimo 2 ore .
Passato il tempo necessario , fate i tagli al pane (fate il “disegno ” che preferite) e , infornate (in forno preriscaldato) a 210° per 20 minuti e , poi abbassate la temperatura a 180° per 10 minuti circa (ovviamente il tempo di cottura può variare in base al vostro forno).
Fate raffreddare il pane prima di tagliarlo.


* la mia è semi solida o semi liquida , cioè è rinfrescata così : per ogni 100 gr di pasta madre utilizzo 80 gr di farina e 80 ml d’acqua. Quindi se avete un lievito madre solido potrebbe servirvi più acqua nell’impasto.
Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+PinterestFacebook MessengerWhatsAppTelegramEmailCopy Link

16 comments on “PANE con pasta madre non rinfrescata”

  1. Quante novità….complimenti per il bel cambio di look e per la reflex, io confido in un buon Babbo Natale!!!
    Lunga vita al tuo bimbo adorato, anch'io ci sto pensando perchè la voglia di panificare con il lievito madre è grande……visti poi certi risultati, bravissima!!!
    Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *