Che cos’è il cremor tartaro? Come si usa? Dove si acquista? Queste domande mi vengo fatte molto spesso. Ho deciso quindi di rispondervi con questo post che spero mitighi tutti i vostri dubbi.

Il cremor tartaro è un lievito chimico naturale, che è un ossimoro ma, non vuol dire altro che è un lievito che viene utilizzato per le preparazioni istantanee, veloci, ossia i classici dolci o salati, tipo torte, ciambelle, biscotti ecc.
Chimico ma naturale perché estratto dalla frutta, è un lievito di gran lunga superiore al classico lievito in bustina per dolci che si trova in commercio.
I dolci sono più soffici, leggeri, lievitano meglio e non hanno alcun retrogusto “chimico” perché il cremor ha un sapore neutro.

Il cremor tartaro o bitartrato di potassio (E336) è un sale di potassio dell’acido tartarico, è bianco, incolore e inodore.

Cosa fondamentale da sapere è che il cremor tartaro senza bicarbonato è inutile.
L’unione di cremor tartaro e bicarbonato, con aggiunta di acqua o del liquido dell’impasto, unita al calore, scatena la reazione chimica, la produzione di anidride carbonica e quindi la lievitazione.

Fondamentale perciò unire sempre prima cremor tartaro e bicarbonato, altrimenti i vostri dolci non lieviteranno.

Altra cosa importante da sapere è che il cremor tartaro unito con il bicarbonato, non può mai sostituire il lievito di birra o il lievito madre nelle preparazioni, essendo questi ultimi lieviti che lievitano naturalmente, attraverso la presenza di microrganismi che fermentano gli zuccheri.

Come sostituire nelle ricette dolci o salate la classica bustina o mezza bustina di lievito?
Facilissimo seguendo le mie indicazioni:

1 bustina di lievito (16gr) = 8 gr di cremore tartaro + 5 gr di bicarbonato
1/2 bustina di lievito (8gr) = 5 gr di cremor tartaro + 3 gr di bicarbonato

Come preparare il baking powder? Cos’è?
Il baking powder è il lievito usato in America, che altro non è che una preparazione già pronta, di cremor tartaro, bicarbonato e amido.
Prepararla è facilissimo. Vi serviranno:

– 50 gr di cremo tartaro;
– 30 gr di bicarbonato;
– 20 gr di amido di riso.

Unite insieme tutti questi ingredienti, amalgamando bene e, metteteli in un barattolo chiuso ermeticamente.
Usate poi il vostro baking powder ogni volta che vi servirà, prelevandone la quantità necessaria; quindi 16 gr se dovete sostituire una bustina di lievito e 8 gr se dovete sostituirne mezza bustina.

Dove acquistare il cremor tartaro? 
Potete trovarlo nei negozi per pasticceria, nei negozi biologici e nei supermercati più forniti.
Lo trovate anche venduto a peso in farmacia e online, ad esempio qui su amazon.
Sono fermamente convinta che il cremor sia un lievito superiore e migliore come resa, in tutte le preparazioni, del suo fratello venduto in bustina in tutti i supermercati.

Crea poche se non nessun tipo di allergia ed è perfetto praticamente per tutti.
Quindi #teamcremortartaro tutta la vita.

Vi lascio qui il video in cui vi parlo delle sue proprietà e del suo utilizzo:
 
 
Mi trovate su facebookyoutube e instagram
Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+PinterestFacebook MessengerWhatsAppTelegramEmailCopy Link

7 comments on “CREMOR TARTARO cos’è e come si usa?”

  1. Cara Ilaria…..a me fa lo stesso effetto degli alimenti "nichelosi" 🙁
    Ho provato più volte ma…niente ,non posso usarlo. Se scopri come fare dolci senza lievito e senza cremor tartaro…avvisami!!! Grazie

  2. Cara Ilaria…..a me fa lo stesso effetto degli alimenti "nichelosi" 🙁
    Ho provato più volte ma…niente ,non posso usarlo. Se scopri come fare dolci senza lievito e senza cremor tartaro…avvisami!!! Grazie

  3. Dani deriva dalla frutta (non solo dall'uva) ma, il fatto che una cosa sia vietata, non comporta per forza che lo siano i suoi componenti e derivati ? infatti il cremor tartaro è sicuro per il nichel ?

  4. Ciao Ilaria, mi piace molto la tua pagina,essendo celiaca,intollerante al lattosio e allergica al nichel, trovo molto utile ciò che proponi. Ma , a proposito di cremor tartaro , da tempo volevo dirti che io non lo tollero assolutamente! Poi ho letto che deriva dalla fermentazione dell'uva…vietata per allergici al nichel! Per questo ho difficoltà con i dolci…uso solo bicarbonato …hai suggerimenti da darmi?! Grazie…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *